POLPETTE DI PISELLI E FETA CON SEMI DI SESAMO E CUMINO


" Finalmente il giovane principe aveva trovato la sposa che cercava e dopo le nozze il pisello fu esposto in uno scrigno di cristallo e oro nel museo del castello."

No, no: non avete sbagliato blog, ed io non sono uscita di senno... Questa è la conclusione di una famosissima favola scritta da H.C. Andersen... Avete capito di quale si tratta????
Ebbene sì, è proprio la
PRINCIPESSA SUL PISELLO !!!


Ma cosa centra una favola con le ricette di questo blog?
Centra perché giorni fa ho deciso  di partecipare al contest :

RICETTE E FIABE

organizzato dal blog 

Devo ammettere che il tema mi ha stuzzicata parecchio. 
Anche perchè trovo che alcune favole, benchè scritte secoli fa, siano ancora estremamente attuali nel loro insegnamento.
E penso che questa  lo sia in maniera particolare... soprattutto al giorno d'oggi, in una società dove l'importante è APPARIRE, mostrare che si possiedono ricchezze, potere, privilegi, vestiti firmati,  macchinoni esagerati, cellulari sempre di ultima generazione...
Lotto e discuto quotidianamente con i miei figli, per insegnare loro che NON è ciò che appare l'importante, ma  che sono i valori, la morale, i sentimenti a fare di un uomo, un UOMO vero... Sono concetti difficili da assimilare, ma se si comincia da bambini la strada è sicuramente più agevole.
La Principessa sul Pisello insegna proprio questo: a non fermarsi alle apparenze... bello, vero???
Ma passiamo alla ricetta, che prevede inevitabilmente di utilizzare i... piselli!!!
Una verdura che in casa mia non è particolarmente amata, ma sotto forma di polpette sono riuscita a farli mangiare anche al più piccolo!!!!
Sono più stuzzicanti per la presenza dei semi di sesamo e il cumino e ricordano vagamente i FALAFEL mediorientali.

INGREDIENTI

300 GR DI PISELLI GIA' LESSATI
100 GR DI FETA
2 CUCCHIAI DI FARINA
1 UOVO MEDIO
UNA PUNTA DI CUCCHIAINO DI SEMI DI CUMINO
1 CUCCHIAINO DI SEMI DI SESAMO TOSTATI
OLIO PER FRITTURA
PANE GRATTUGGIATO PER LA PANATURA
SALE

Frullare i piselli con l'uovo, i semi di cumino ( non esagerate, perchè il loro aroma tende a coprire gli altri sapori ), la farina e i semi di sesamo. Aggiungere poi la feta sbriciolata finemente e mescolate bene.
Se il composto tendesse ad essere troppo molle ( dipende dalla grandezza dell'uovo ) potete aggiungere un paio di cucchiai di pane grattuggiato.
Con le mani inumidite formate delle polpettine grosse come una noce, rotolatele nel pane grattuggiato , dove avrete aggiunto un altro cucchiaino di semi di sesamo e friggetele in olio caldo.
Io le ho servite calde con una salsina a base di maionese, alleggerita con un cucchiaio di yogurt greco e ancora qualche seme di cumino...



********************************


******************************


**********************************



******************

E con questa ricetta partecipo anche a questo CONTEST:





Commenti

  1. ebbene si!! lo confesso...se avessi partecipato al mio contest e non fosse stato ideato da me...anche io avrei fatto delle foto con la favola in questione sul libro che mi ha ispirato...e la mia ricettina chic...come questa...stuzzicante ...e allettante per i bambini...hai inserito anche educazione alimentare oltre alla morale ...molto significativo quello che hai scritto!!! grazie infinite per aver partecipato!! e perchè no.....attendo anche la dolce ....ma se vuoi anche una salata...l'importante è creare qualcosa di tuo che ti piaccia...perchè solo cosi potrai trasmetterlo nel tuo post...un bacio grande!!

    RispondiElimina
  2. Grazie per la ricetta Patrizia, tutto inserito! Un abbraccio e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. ciao patrizia mi chiamo rachele e ho conosciuto il tuo bel blog tramite questo.. complimenti per la ricetta e per la morale che hai portato su questo post

    RispondiElimina
  4. Grazie Rachele, passa a trovarmi ancora!!
    Un saluto.
    Patrizia

    RispondiElimina
  5. Golosissime le tue polpette, ideali per far mangiare verdura e formaggio ai bambini, bella idea!
    Complimenti!
    un saluto
    Giusy

    RispondiElimina

Posta un commento